da non perdere a Rodi

Da non perdere a Rodi

Lindos, valle delle farfalle, baia di Anthony Quinn...

Prima regola: non date niente per scontato. Se decidete di visitare Rodi, o di passare una vacanza nell’isola più famosa del Dodecaneso, sicuramente avrete prima letto un sacco di parere, consigli e recensioni, vi sarete fatti una full immersion dentro un sacco di guide online (sì, certo, come questa, perché no), e avrete cercato di informarvi da amici, parenti e conoscenti che ci sono già stati. Ecco, ve lo diciamo: avete fatto bene. Però vogliamo darvi un altro consiglio: di tutto quello che avete letto e sentito, fatene tesoro. Ma poi ripartite da zero.

Tabula rasa, o quasi. Cercate solo di annotarvi tutto quello che vi può interessare maggiormente, fatevi magari un promemoria su quello che c’è da visitare o sul modo migliore (sempre secondo voi) di trascorrere il vostro soggiorno sull’isola, ma poi, quando sarete arrivati, vivete la vostra vacanza come se ogni giorno e ogni località visitata fosse una scoperta.

Solo così avrete la possibilità di passare dalla Città Vecchia al Mercato nuovo, dalle spiagge del lungomare all’entroterra, da Lindos alla Valle delle Farfalle, dall’Acropoli alla baia di Anthony Quinn (e sono solo alcuni esempi di quello che potrete vedere) costruendovi un vostro personalissimo bagaglio di esperienze, di emozioni e di ricordi.

Rodi, e tutto quello che gira intorno a quest’isola, è un mondo che va vissuto non solo come meta di una vacanza, ma è un universo che va girato in lungo e in largo, per il semplice fatto che racchiude luoghi davvero eccezionali, che vale la pena visitare. Senza contare le tante e imperdibili escursioni nelle isole vicine, o nel cuore della Grecia, o perfino sulle coste della vicina Turchia, da poter prendere in considerazione, magari utilizzando Rodi come un vero e proprio punto di appoggio per prolungare le vostre vacanze.

Perché in fondo ogni vacanza è un mondo a sé, e ognuno la può vivere a modo suo. Per questo il consiglio che vogliamo darvi è soprattutto quello di “lasciarsi andare”. Ascoltate tutti i consigli di viaggio, anche i nostri se volete, ma poi vivete la vostra avventura a modo vostro. Senza mai voltarvi indietro, e con gli occhi puntati su quell’imperdibile tramonto sul mare, con i piedi dentro l’acqua dell’Egeo e i pensieri all’orizzonte.

Mappa di Rodi